#WeAreStillIn, l’America si ribella a Trump

C’è un’America che continua a voler perseguire la riduzione delle emissioni di CO2 e degli altri gas serra, c’è un Nord America impegnato all’azione sul clima e a raggiungere l’obiettivo dell’Accordo di Parigi. Non si tratta solo del Canada, ma di oltre 1200 tra sindaci, governatori di Stati, aziende, investitori, università raccolti sotto lo slogan WE ARE STILL IN (“noi siamo ancora dentro”. Uno spaccato estremamente significativo della realtà USA, che rappresenta almeno 120 milioni di persone e migliaia di miliardi di dollari di fatturato. Una realtà, si badi bene, tutt’altro che di nicchia. D’altro canto, i sondaggi confermano che la maggioranza degli americani in tutti gli Stati non condividono la scelta di Trump di uscire dall’Accordo di Parigi.  

Scorriamo la lista degli aderenti a questa inedita alleanza: troviamo i sindaci di Los Angeles, New York City, Atlanta, Boston, Houston, Salt Lake City, Miami, Chicago, Seattle, Washington e così via. C’è anche il sindaco di Pittsburgh, la città il cui interesse Trump ha detto di voler difendere invece di quello di Parigi, una città rinata grazie all’investimento nell’economia del futuro e che non vuole saperne di tornare al passato (vale a dire al famigerato carbone). 

Tra i 9 Stati che hanno firmato, la California, la maggiore economia degli States, che entrerebbe come settima economia mondiale in un ipotetico G7 aperto anche ai singoli Stati e non solo al governo federale USA.  

Tra le aziende troviamo Adidas, Amazon, Apple, Allianz, Danone, Facebook, Google, Hewlett Packard, Mars, Microsoft, Nestlé, Patagonia, Tesla, Unilever, Virgin, Western Union.  

Una chiamata all’azione in nome del clima e della sopravvivenza (e benessere) della civilizzazione umana e delle future generazioni, certo. Ma anche preoccupazione per la possibilità che gli USA vengano tagliati fuori dalla economia del futuro, per guardare solo al passato. Insomma, agire sul clima porta anche molti benefici economici e altri vantaggi, per esempio per la salute. “Insieme, rimarremo attivamente impegnati con la comunità internazionale come parte dello sforzo globale per mantenere il riscaldamento ben al di sotto dei 2 ° C e accelerare la transizione verso un’economia a energia pulita che porterà beneficio alla nostra sicurezza, prosperità e salute”.  

Al G7 Ambiente che si apre domenica 11 a Bologna e che vedrà, tra i ministri dell’Ambiente, anche l’ispiratore della disgraziata mossa dell’Amministrazione USA di avviare le procedure (lunghe) per uscire dall’Accordo di Parigi, avremo modo di vedere quindi una sola faccia degli USA, quella minoritaria. Come riportava scherzando il professor Henry Shue in un recente seminario della LUISS, viene da pensare a Ike Eisenhower che, diventato presidente dopo esser stato generale, si illudeva di venire obbedito dopo aver dato un ordine. 

L’importante ora è, naturalmente, che anche il resto del mondo faccia la sua parte e si faccia sentire, da Bologna in poi nei diversi vertici, ma soprattutto nell’azione e nelle politiche concrete. Unione Europea e Cina hanno annunciato una stretta collaborazione per accelerare la transizione, e altrettanto sta succedendo con l’India, il cui premier si è impegnato ad andare ben al di là degli impegni di Parigi. L’Europa pare aver riscoperto un ruolo da protagonista nella transizione energetica, ora si tratta di non distrarsi, fare sul serio e mettere in campo tutte le politiche perché la transizione giusta verso un’economia senza carbonio divenga una realtà.  

* responsabile clima WWF  


Fonte: La Stampa

 
 

Archivio

Come produrre elettricitĂ  ...

Il primo autore Aimee Stapleton. Foto: SEAN CURTIN, TRUE MEDIA Ottenere elettricitĂ  da...

leggi tutto

Abbiamo provato i nuovi Zen...

Appena presentati, i cinque nuovi gadget si preparano a confrontarsi coi loro avversa...

leggi tutto

Queste piante producono cot...

Per realizzare vestiti intelligenti, ci vuole un materiale intelligente, e questi veg...

leggi tutto

Il terremoto in Messico pot...

(Foto:LaPresse/Xinhua) Il terremoto di magnitudo 7,1 che il 19 settembre ha devastato la...

leggi tutto

Escrementi umani, c’è ch...

L’economia circolare non cessa di stupire. Il riuso e la valorizzazione delle risorse...

leggi tutto

Lotus Birth, i rischi di la...

(foto: Getty Images) Nei giorni scorsi un caso di cronaca ha riacceso i riflettori sulla...

leggi tutto

Missione Osiris Rex, ecco c...

Per mettersi in pista, il veicolo sta sfruttando anche la gravitĂ  del nostro Pianeta...

leggi tutto

Scoperta l’origine dei ra...

(Foto: Pierre Auger Observatory) I raggi cosmici ad altissima energia che si fanno strad...

leggi tutto

Next Energy, cercasi startu...

(Foto: Next Energy) I talenti italiani dell’energia sono pronti a sfidarsi di nuov...

leggi tutto

Agli italiani piace smart, ...

Tom Cruise ce lo aveva fatto capire giĂ  15 anni fa, quando in Minority Report entrava ...

leggi tutto
 LIVE CHAT